Il Monte Roccabiasca dai Cancelli (invernale)

100_8962 (FILEminimizer)

Punto di partenza/arrivo: Cancelli 1236 m

Dislivello: 570 m ca.

Durata complessiva: 4,15/4,45 h

Tempi parziali: Cancelli-Roccabiasca (2 h) ; Roccabiasca-Capanne di Badignana (1 h) ; Capanne di Badignana-Cancelli (1,20 h)

Difficoltà: EEAI ; F la parte iniziale della discesa dalla dorsale nord della Roccabiasca verso le Capanne di Badignana

Attrezzatura: ordinaria da escursionismo invernale

Ultima verifica: gennaio 2019

Accesso stradale: Parma-Langhirano-Pastorello-Bosco di Corniglio-Cancelli

mapStralcio della mappa dal sito: openstreetmap.org

 

Descrizione dell’itinerario

Notevole escursione su neve che, se effettuata come da relazione, presenta un tratto piuttosto delicato che richiede molta attenzione alle condizioni del manto nevoso. L’itinerario è stato effettuato dall’autore della relazione con neve non abbondante ma molto compatta e spesso ghiacciata, il che ha reso la salita molto divertente e, soprattutto, percorribile e sicura la discesa in direzione delle Capanne di Badignana, altamente sconsigliabile con neve abbondante e non assestata.

Abbandonata l’auto nell’ampio spiazzo in località Cancelli, si imbocca a sinistra la carrozzabile per i Lagoni, in inverno normalmente adibita a pista per lo sci da fondo e le passeggiate su neve. Nel primo tratto si procede in discesa costeggiando il confine della Riserva Naturale Guadine-Pradaccio. Poi, dopo aver oltrepassato tramite ponte il ramo del Torrente Parma delle Guadine, si incomincia a guadagnare quota svoltando in seguito a destra. Raggiunto l’ampio dorso settentrionale del Monte Roccabiasca, si stacca a destra il percorso n° 721 per la sommità della montagna. Orientandosi con gli ottimamente posizionati segnavia, si sale compiendo alcuni tornanti, avvicinandosi alla staccionata che segna il confine della menzionata Riserva naturale. Dopo uno strappo piuttosto ripido a fianco della staccionata (tratto evitabile a sinistra: segnavia), si raggiunge un cartello della Riserva Guadine-Pradaccio, oltre il quale si continua ad assecondare il limite occidentale della dorsale ancora per poco. Infatti il percorso volge poi a sinistra avanzando in obliquo ascendente, conducendo in un ripiano dove occorre prestare attenzione ai segnavia presenti. Si riprende appena dopo a salire nella stessa direzione di prima (SE) tagliando ripidi pendii boscosi, fino a raggiunge una zona di bosco meno ripida. Giunti a poca distanza da un dosso situato alla nostra sinistra, il percorso vira a destra guadagnando quota per un breve tratto in direzione S/SW. Poi, dopo svolta a sinistra, si attraversa un altro ripiano (attenzione ai segnavia) passando a fianco di alcuni massi. Giunti nei pressi del dorso di una costa boscosa, il percorso segnato vira a destra guadagnando quota tramite alcuni tornanti (guardando a sinistra si notano degli uniformi pendii nevosi: si tratta di lastre rocciose, solitamente ricoperte da uno strato di neve e/o ghiaccio). Più in alto si piega a sinistra effettuando un traverso, che potrebbe risultare piuttosto delicato soprattutto nella parte finale, uscendo in questo modo dal bosco più o meno in corrispondenza del limite orientale del profilo settentrionale della montagna. Raggiunto un paletto con frecce segnaletiche, si deve piegare a destra in direzione della sommità della Roccabiasca, dirigendosi quindi verso la soprastante dorsale. Ora possiamo scegliere se ricalcare il percorso estivo, ossia costeggiare una cintura rocciosa situata alla nostra destra, oppure tenersi un poco più a destra e risalire direttamente la dorsale sfruttando una specie di rampa. In quest’ultimo caso si sale direttamente e piuttosto ripidamente (30/35°), costeggiando più in alto il limite della vegetazione. Poi si penetra obbligatoriamente in essa destreggiandosi tra contorti rami di faggio, fino ad uscire in un ampio ripiano dove ci si ricongiunge con il percorso segnato proveniente da sinistra. Si continua più o meno direttamente attraversando macchie di bosco e radure arbustive, con percorso tutto sommato intuitivo nonostante la mancanza di segnavia con cui orientarsi. Usciti dalla vegetazione si raggiunge un bivio, situato sul ciglio orientale della dorsale della montagna, da cui si piega a destra attraversando tutto l’ampio profilo, fino a mettere piede nel suo bordo occidentale. Qui giunti si risale il magnifico crinale in direzione della vicina cima, facendo attenzione all’esposizione nella parte finale appena prima di raggiungere la croce di vetta. Dalla sommità del Roccabiasca, che con i suoi 1730 m risulta essere la cima più alta del territorio montuoso in ambito unicamente parmense, ci si inebria di un panorama veramente suggestivo e completo. Dalla cima ritorniamo al bivio di prima da cui ci dirigiamo verso le Capanne di Badignana (in caso di neve non ottimamente assestata è necessario ritornare ai Cancelli seguendo a ritroso il percorso effettuato in salita). Ci si cala inizialmente per ripida dorsale rasentando il limite superiore della vegetazione, incontrando dei paletti con segnavia bianco-rossi (non visibili in caso di spesso manto nevoso). Dopo il secondo si continua a scendere ancora per pochissimi metri, svoltando poi repentinamente a destra, iniziando in questo modo un’impegnativa discesa. Infatti, puntando ai sottostanti paletti con segnavia, si deve scendere ripidamente in obliquo tagliando erti pendii (a causa dell’esposizione ad est raramente le condizioni del manto nevoso sono favorevoli e sicure). Segue un bellissimo traverso in cui si passa sotto spettacolari bancate d’arenaria e, orientandosi con i paletti, si scende alla base di un canalone che degrada dalla cresta/dorsale meridionale del Roccabiasca. Appena dopo si penetra nel bosco e, assecondando i segnavia, si attraversa un solco, oltre il quale si piega a sinistra scendendo per alcuni metri. Occorre poi virare a destra e risalire una breve sponda boscosa in direzione di un’evidente pietraia sovrastata da lisce placche ricoperte di neve. Si continua in salita costeggiando il limite della pietraia, avanzando successivamente nei pressi del dorso di una costa boscosa. Dopo svolta a destra si esce al sommo di un pendio aperto che si discende obliquando verso sinistra, rientrando successivamente nella faggeta. Si valica poi una selletta uscendo appena dopo al sommo di un altro pendio con massi che si taglia traversando verso sinistra in direzione di un dosso. Nei pressi di quest’ultimo si piega a destra e si perde quota costeggiando il limite del bosco (in quest’ultimo tratto l’orientamento non è immediato). Rientrati nella magnifica faggeta, si continua seguendo gli ottimamente posizionati segnavia, attraversando poco più in basso un’ampia traccia orizzontale (ben evidente anche in caso di discreta copertura nevosa). Poco dopo il percorso segnato volge a destra conducendo ad un rio che si oltrepassa mediante ponte, svoltando appena dopo a sinistra. Tenendo d’occhio i segnavia si sale per poco e, curvando a destra, ci si immette poco dopo nel percorso n° 719 (paletto con frecce segnaletiche). Seguendo quest’ultimo a sinistra si approda in breve al bellissimo pianoro in cui sono situate le Capanne di Badignana1479 m. Dopo una meritata sosta in questo luogo veramente suggestivo, non resta altro che seguire la comoda carraia d’accesso, ignorando a destra al primo bivio il percorso per la Fontana del Vescovo e il Passo di Fugicchia. Si prosegue per l’ampia traccia in lieve discesa, oltrepassando mediante ponte il Rio di Badignana. Si continua comodamente lungo il bellissimo tracciato effettuando alcune svolte, avanzando successivamente paralleli alla corso della Parmetta. Messo piede nella strada Cancelli-Lagoni, la si segue a sinistra ritornando in circa 45/50 minuti al punto di partenza.

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...