Punta Polse: Via Ferrata Attilio Sieff

Immagine (FILEminimizer)

Punto di partenza/arrivo: Ziano di Fiemme 953 m

Dislivello: 500 m ca.

Durata complessiva: 2,45/3 h

Tempi parziali: Ziano-Zanon-attacco Ferrata Attilio Sieff (1 h) ; attacco ferrata-Punta Polse (30 min) ; Punta Polse-Ziano (1,15 h)

Difficoltà: EEA – B (media difficoltà) la Ferrata Attilio Sieff ; E la restante parte dell’itinerario

Attrezzatura: ordinaria da ferrata

Ultima verifica: agosto 2019

Accesso stradale: usciti dall’A22 ad Ora/Auer, si imbocca la S.S. 48, raggiungendo in circa 24 km Cavalese. Dalla nota località di villeggiatura si continua per la statale oltrepassando i centri di Tesero e Panchià, raggiungendo, dopo 2 km da quest’ultima località, Ziano di Fiemme, dove si parcheggia l’auto.

mapwww.openstreetmap.org

 

Descrizione dell’itinerario

Percorso attrezzato molto interessante, non difficile, ma allo stesso tempo da non sottovalutare. Infatti sono presenti singoli passaggi ripidi che richiedono attenzione, soprattutto in discesa. Inoltre, la maggior parte della ferrata, in particolare nella sezione iniziale, è esposta a possibili scariche di sassi. Per quello che invece concerne l’avvicinamento, la tempesta Vaia ha reso impercorribile la prima parte che si svolgeva lungo la “Passeggiata delle Coronelle”, per cui si è costretti a effettuare un giro più ampio al fine di recuperare il sentiero tradizionale.

Dalla piazza di Ziano di Fiemme, nel lato opposto della statale e a fianco dell’Hotel Polo, si imbocca Via Zanon, attraversando in questo modo la parte alta del paese. Appena dopo l’Hotel Zanon, si stacca a sinistra il percorso della “Passeggiata delle Coronelle” che fino al 29/10/2018 (data della tempesta Vaia) costituiva la prima parte del sentiero d’avvicinamento alla ferrata, attualmente impercorribile. Si prosegue quindi in direzione della frazione Zanon, entrati nella quale, in corrispondenza di una piazzetta con fontana, si prende a sinistra Via Casoni. Si attraversa in salita tutta la parte alta dell’abitato, continuando poi a destra per carraia. Si sale per quest’ultima costeggiano inizialmente panoramici prati, guadagnando successivamente quota in modo più diretto. Dopo essere transitati a fianco di una stalla, si sbuca in una carrareccia trasversale proveniente dall’Agritur Maso Val Averta. Qui giunti si va a sinistra, trascurando subito a destra (paletto con cartelli) un viottolo che conduce ad una casa e che continua in direzione della Val Averta Val Boneta (il sentiero n° 509 che risale l’omonima valle è attualmente chiuso). Noi proseguiamo diritti per bella e comoda carraia che taglia ampie sezioni di bosco divelto (in questa zona la tempesta Vaia ha realizzato una vera e propria strage di alberi), fino ad arrivare ad un suo netto tornante destrorso (poco prima si innesta alla nostra sinistra il sentiero delle Coronelle). Si abbandona l’ampia traccia, che prosegue in direzione della Val Boneta, ignorando anche una carraia che avanza diritto, imboccando in corrispondenza della curva (indicazione per la ferrata) un erto sentiero. Dopo la prima rampa, la traccia svolta subito a sinistra e procede in ripida salita a fianco di tronchi d’alberi appositamente tagliati per rendere accessibile il percorso. In seguito si inizia una più comoda sequenza di tornanti in cui si attraversa più volte una specie di solco ghiaioso. Più in alto il sentiero riprende la direzione ovest, effettuando successivamente altre ripide svolte e tornanti. Giunti alla base di strapiombanti pareti, a poca distanza dall’inizio della gola dove si sviluppa il percorso attrezzato, si notano alcune interessanti iscrizioni rupestri. Costeggiando le pareti rocciose (meglio indossare qui il casco) si arriva allo sbocco della gola, delimitata a sinistra dal pilastro della Punta Polse, e in breve all’attacco della Via Ferrata Attilio Sieff (tabella esplicativa e targa commemorativa posta poco più in alto).

A (facile) – B (media difficoltà) – C (difficile) – D (molto difficile) – E (estremamente difficile)

La prima sezione del percorso attrezzato si sviluppa nella sponda sinistra orografica della gola e, come già specificato nell’introduzione, può essere soggetta a scariche di sassi. Dall’attacco si sale per facile rampa che adduce, dopo un breve passo un po’ più ripido (A+), alla base di un più impegnativo canale/diedro. Lo si supera nei primi metri al suo interno, per poi scalare le ripide rocce di sinistra (B). Si effettua successivamente un traverso a sinistra per cengia, rimontando poi un breve diedrino, sfruttando per la progressione tre staffe (A/B). Un altro traverso conduce nel limite destro (orografico) della gola, da cui si supera subito una ripida paretina (B+), che precede una rampa. Si scala quest’ultima con divertente arrampicata (B) in direzione di una caratteristica e angusta fenditura, penetrarti nella quale, in traverso a destra (roccia scivolosa), si passa sotto un grosso masso incastrato. Se ne esce con con particolare passaggio che a prima vista potrebbe sembrare più impegnativo di quello che in realtà è: niente di più di un’impressione data dall’esposizione (B). Poi, dopo spostamento a sinistra, si rimonta un ripido e malagevole canale con masso incastrato (A/B), guadagnando in questo modo una forcella tra la Punta Polse a sinistra e un pinnacolo a destra. Con un singolo passaggio iniziale non facile (B/C), si inizia un traverso a sinistra di pochi metri su parete verticale, utilizzando come appoggi per i piedi alcuni fittoni (B+). Poi si scala direttamente una verticale fessura sfruttando altri fittoni e ottimi appoggi (B+), sbucando infine nel plateau sommitale. Verso sinistra si raggiunge la vetta vera e propria, 1450 m, caratterizzata da un’alta croce ben visibile dall’abitato di Ziano, nonché da un vastissimo panorama sulla Val di Fiemme, i Lagorai e le Pale di San Martino. Si ritorna al punto di partenza seguendo a ritroso lo stesso percorso effettuato in salita.

 

 

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...